LA CADUTA DEL TEMPO
di Penelope Alma
 
Pag. 50 - Euro 10,00
ISBN 978 -88 -7606 -209 -4
Storie brevi da leggere, rileggere e leggere ancora. Scoprire i frammenti su cui puntellare le nostre rovine che in fondo sono le parole stesse. Paure, piccoli tic, nevrosi, il gusto per il ritmo e il paradosso, azioni che iniziano e si smarriscono, ecco i racconti di Penelope Alma. Nella disperazione dell’umanità trova fonte inesauribile di ispirazione. Cambi di registro e stile improvvisi, affonda la penna graffiando e stravolgendo trame e conoscenze. Cattura l’attenzione del lettore trasportandolo in atmosfere rarefatte e sempre avvolgenti. Un J`accuse contro la società moderna colpevole di non saper mantenere un contatto tra l’uomo e le sue parole. Scrive “Io sono stato un nome. Io sono un nome… I nomi vanno rispettati...” e ancora riflette sulle nostre grigie quotidianità inghiottiti in un labirinto senza fine “Inosservato ascoltavo i silenzi di quell`ombra”…
Giulio Maffii
 
Penelope Alma. Le sue vicende personali si intersecano con le parole che ci regala. Nasce da una famiglia agiata agli inzi degli anni settanta nel quartiere di Baruta a Caracas. Dal 1999 si dedica all`insegnamento nelle zone rurali del paese e mantiene unicamente una corrispondenza epistolare con il traduttore/curatore italiano. Spesso viene in Italia dove ha compiuto buona parte dei suoi studi. Autrice tagliente, usa le parole per combattere le angosce quotidiane.
 
 
Giulio Maffii. Poeta, critico letterario, fiorentino di origine, poliedrico autore e personalità borderline ; cura un blog di nicchia sulla letteratura e l’arte: http://blog.libero.it/Pensieridivento
Si pensa che sia un eteronimo lui stesso.
  •