Biblioteca di scienze politiche e sociali

Direttore: Carlo Gambescia e Jerónimo Molina
Comitato scientifico: António Bento (Universidade da Beira Interior), Giuliano Borghi (Università di Teramo), Jean-Louis Clément (Institut d’Études Politiques de Strasbourg ), Alexandre Franco de Sáa (Universidade de Coimbra), Alexander V. Marey (Scuola Superiore di Scienze economiche e sociali di Mosca), Dalmacio Negro Pavón (Universidad San Pablo CEU-Madrid - Real Academia de Ciencias Morales y Políticas), Luis R. Oro Tapia (Universidad Central de Chile) Paul-Ludwig Weinacht (Julius-Maximilians-Universität Würzburg).
La Biblioteca di scienze politiche e sociali si propone di pubblicare opere di studiosi affermati e ricerche di giovani promesse, traduzioni di studi stranieri, nonché lavori di autori ingiustamente dimenticati o poco studiati. Un progetto impegnativo ma fortificato da una precisa scelta intellettuale e metodologica: che la conoscenza delle regolarità politiche e sociali, per dirla con il Gaetano Mosca degli Elementi di scienza politica, può insegnare a distinguere «ciò che può avvenire da ciò che non può e non potrà mai avvenire, evitando così che molti intenti generosi e molte buone volontà si disperdano improficuamente, e anche dannosamente, nel volere conseguire gradi di perfezione sociale che sono irraggiungibili».
Dal punto di vista dei contenuti la collana si propone di approfondire in via principale temi e questioni concernenti il realismo politico, la storia delle idee politiche, il rapporto tra istituzioni politiche e mondo contemporaneo. I testi proposti saranno sottoposti a referaggio anonimo. Per contatti: biblscienpolsoc@tiscali.it
La collana, tra gli altri, ospiterà opere di Dalmacio Negro, Jerónimo Molina, Julien Freund, Pitirim Sorokin, Edward Shils, Panajotis Kondylis.