Gordiano Lupi - "Il movimento del ritorno" di  Irene Gianeselli

Gordiano Lupi – “Il movimento del ritorno” di Irene Gianeselli

Irene Gianeselli

Il movimento del ritorno

Les Flâneurs Edizioni – 238 pagine – Euro 16

Link diretto al libro

«Il tempo non ha cura se non di sé così quando prende la mira, colpisce, non manca nessuna creatura. Io ho cura di tutto meno che di me stessa, così mi manco. Ma nella mancanza imparo a conservarmi»: sono le parole di Maddalena, una degli intensi protagonisti dell’opera “Il movimento del ritorno” di Irene Gianeselli. Un romanzo difficile da spiegare, perché contiene troppa vita e troppo significato; un’opera che si fa rappresentazione di un’umanità dolente e meravigliosa, che quando cade si rialza, che quando sbaglia è consapevole che l’errore fa parte del gioco. Maddalena è il personaggio più enigmatico del romanzo: una donna il cui destino è legato a una collana di perle azzurre, la sua preferita; il giorno in cui si rompe, ella capisce che il cambiamento è già in atto – «Sa che la benedizione è svanita. Ogni ammaccatura è una maledizione». La sua storia ha a che fare con una caduta: mentre compara la bellezza delle perle superstiti all’acqua del fiume, Maddalena tenta il suicidio gettandosi dal ponte, o forse semplicemente cade. Il suo corpo non si trova, e il poliziotto incaricato di indagare entra in una spirale di ossessione: ha infatti questa continua «fantasia di donna che nuota nella sua mente e finirà forse per farlo affogare». Questo poliziotto senza nome vuole conoscere il segreto di Maddalena, e non è l’unico: il vecchio Arcangelo vuole trovarla benché con lei abbia solo scambiato poche ma accese conversazioni sull’umanità ormai alla deriva. Arcangelo è abituato a viaggiare con la mente, a prendersi il tempo per elaborare bizzarre teorie, finché è «ancora in grado di giocare sul limite non troppo netto che separa il folle dal visionario»; nella ricerca spasmodica di Maddalena vuole ritrovare un senso che la vecchiaia gli ha strappato, vuole sondare l’abisso di una mente curiosa come la sua. Nello stesso momento anche Tancredi sta compiendo la sua ricerca, sebbene sia di altra natura: attore teatrale, vuole trovare il modo di rappresentare la vita senza ipocrisie – «Questa potrebbe essere l’ultima notte che Tancredi passa nella fortezza dei propri silenzi, ma non sa se ha abbastanza forza per agire. Agire, non agire, questo è il fatto. È per questo che ha cominciato a fare teatro. Per decidere da solo quando, come, perché un altro possa agirgli attraverso». Troverà forse un aiuto in Veronica, o forse sarà lui a doverla spingere a reagire a una situazione che l’ha scavata dentro, che l’ha deformata forse irrimediabilmente.

 

Gordiano Lupi

 

Contatti

https://www.facebook.com/irene.gianeselli

https://www.instagram.com/irene_gianeselli/

https://it-it.facebook.com/lesflaneursedizioni/

https://www.lesflaneursedizioni.it/product/il-movimento-del-ritorno/

Please follow and like us: