Vincenzo Trama - Editoriale

Vincenzo Trama – Editoriale

Prendete fiato perché le novità di questo numero lo mozzano come lama nel burro.

Anzitutto due eventi particolarmente importanti dove potrete incontrare la “famiglia” del Foglio Letterario: il primo è il BUK FESTIVAL di MODENA, fiera della media e piccola editoria. È un festival a cui partecipiamo sin dalla prima edizione e siamo orgogliosi di essere annoverati fra gli “anziani”, ma portiamo anche stavolta un mucchio di novità, come da promemoria nel numero. La fiera si svolge nel fine settimana tra il 24 e il 25 marzo, veniteci a trovare per supportare e sostenere la nostra editoria, fieramente indipendente ed undeground!

Un altro appuntamento, stavolta più informale, è programmato per il 7 aprile a Livorno, in Via delle sorgenti 183. Il nostro redattore Alessio Santacroce, curatore della rubrica Bending, ci invita tutti a partire dalle ore 19 per una serata all’ insegna della musica e della cultura: sarà presente la redazione quasi al completo per un evento in cui presentazioni, reading e libri si mischieranno in un cocktail micidiale con alcune delle migliori band italiane, selezionate direttamente dallo stesso Santacroce.

Veniamo invece al numero 4, ricco anche stavolta di pezzi pregiati totalmente gratuiti che doniamo al maelstrom infernale del web: abbiatene cura e divulgatene, che son tempi cupi e di cultura in giro c’è un po’ allergia. Segnalo in particolare l’ approfondimento a cura di Federica Marchetti su Luciano Bianciardi, autore a noi caro non solo per prossimità territoriale ma per scelte stilistiche e contenutistiche. L’ intervista a Sandra Petrignani, autrice di un pregevole volume su Natalia Ginzburg, edito per Neri Pozza. L’ articolo, realizzato da Michele Bergantin, segna l’ inizio di una nuova collaborazione con un giovane autore, di cui peraltro siamo sempre alla ricerca, famelici come siamo di nuove e ardenti penne.

Pregiata è anche la sezione dei racconti, che s’ arricchisce del contributo d’ un autore fra i più attenti alla ricerca linguistica nelle opere di narrativa pura. Si tratta di Pelagio D’Afro, figlio misconosciuto di Paolo Agaraff, già autore PeQuod. Chi non sapesse di chi stiamo parlano Chtulhu lo porti, ma nel caso questo vi scampi l’ internet vi offre come sempre un appiglio. Andate sul suo sito personale e rimediate, finché siete in tempo: http://www.pelagiodafro.com/

Come sempre all’ uscita di un nuovo numero si accompagna anche la pubblicazione nella sezione vintage di un “vecchio” Foglio Letterario. Nel novembre 1999 il n. 3 vedeva la luce; lo riproponiamo anche oggi: presente un inedito di Aldo Zelli e delle poesie di Peter Russell, un saggio di Maurizio Maggioni su Edgar Allan Poe in Italia e un gustoso inserto dedicato ai più piccoli.

E visto che non siamo mai paghi di spacciare cultura ai quattro angoli del globo terracqueo, anche per il n. 3 diamo alle stampe “virtuali” un altro free book, da scaricare nell’ apposita sezione.
Stavolta tiriamo fuori dal cilindro “La rivista di Aldo Zelli”, che venne originariamente concepito come supplemento del Foglio Letterario. In questo volume troverete un corpus piuttosto succoso di racconti e poesie dell’ autore toscano: lasciarseli scappare – per giunta gratis – significherebbe innalzare un altarino all’ ignoranza. E noi mal tolleriamo tanto gli altarini quanto gli ignoranti, per cui veniteci incontro, non fatevi odiare. Ci costerebbe troppo tempo e fatica.

Non turbo nessun altro e vi lascio dunque alla lettura del nostro numero 3. Diffondete, commentate e fatelo vedere ad amici e parenti: la piccola editoria ha bisogno del sostegno di tutti voi! (E d’ altronde vi offriamo gratis 128 – dico 128! – pagine di cultura, è il minimo che potete fare…)

Buona lettura,

Vincenzo Trama

Please follow and like us: