Fabio Strinati presenta Glen Sorestad

Fabio Strinati presenta Glen Sorestad

Glen Sorestad è nato a Vancouver. Ha conseguito un Master in Educazione presso l’Università di Saskatchewan. Ha iniziato a scrivere seriamente nel 1968, ha co-fondato la Thistledown Press nel 1975 con la moglie Sonia, abbandonando l’insegnamento nel 1981 per dedicarsi alla scrittura e alle attività editoriali.

Le poesie e i racconti di Sorestad sono stati pubblicati in tutto il Canada, negli Stati Uniti, in Inghilterra, Scozia, Nuova Zelanda, Danimarca, Finlandia, Norvegia, Slovenia, Cuba e Sud Africa. È redattore o co-redattore di varie antologie poetiche e narrative, tra cui, un’antologia internazionale, Something to Declare, per la Oxford University Press e un’antologia di poesia, In The Clear, Thistledown Press..

Sorestad è stato segnalato in due importanti eventi internazionali letterari: il Lahti International Writers Reunion, in Finlandia, nel 2001, e il Vilenica, in Slovenia, nel 2002.

Nel 1999 Sorestad è stato insignito del titolo Life Member dalla League of Canadian Poets. Nel novembre del 2000 è stato nominato primo Poeta Laureato di Saskatchewan. Ha ricevuto il Saskatoon Book Award nel novembre 2001 per Leaving Holds Me Here. Nel febbraio 2003 Sorestad ha ricevuto la Queen’s Golden Jubilee Medal. Ha ricevuto l’iscrizione vitalizia al Writers Guild Saskatchewan nel 2009. E ‘stato nominato Member of the Order of Canada IL 30 giugno 2010. Ha ricevuto la Queen’s Diamond Jubilee Medal nel 2012.

Al presente, Sorestad è impegnato nella stesura di vari articoli, di prossima uscita su riveste online, sul procedimenti della scrittura poetica. A marzo 2017, ha pubblicato un nuovo volume di poesie, Water and Rock, scritto da Sorestad in collaborazione con Jim Harris

TESTI INGLESI1

Snow Squall

Sweeps down the lake,

pushed by a stiff northerly.

Ice pellets on the skin

like drops of cold acid.

The wind has caged us

in Doupe Bay, near camp.

Surging waves bounce us,

jolt and jar our backs.

Snow slashes our faces,

we huddle in hope,

Watch the sky, the clouds

for signs, anything positive.

Seewap’s Advice

You must imagine

fish into being,

be part of

that water world

until you can feel

your own scales,

become a fish

to know one.

Dancing Birches

Birches, on the island,

winter-pale dancers,

arms stretched upward,

inviting the sun,

do their slow dance,

flicking their new leaves

with the art of geishas.

Ugly Sky

The wind has risen

and dark clouds

jostle each other

in their race

across the sky.

We eye each other,

eye the sky,

white-capped waves …

pull up anchor,

yank the starting cord.

Midnight Moon

Squints through

black spruce boughs

and wraith birches

dead-still

in complete absence

of wind;

night stalkers

move with stealth

and night-whispers

fill the darkness;

on the lake, a loon,

a quavering cry.

TRADUZIONI2

Angela D’Ambra

Bufera di neve

Scende a raffiche sul lago,
spinta da un forte vento da nord.

Palline di ghiaccio sulla pelle
come gocce di acido a freddo.

Il vento ci ha ingabbiati
a Doupe Bay, nei pressi del campo.

Onde crescenti ci sballottano,
ci scuotono e percuotono la schiena.

La neve sferza i nostri volti,
ci rannicchiamo speranzosi,

Osserviamo il cielo, le nuvole
per un segno, uno qualunque, positivo.

Consiglio di Seewap3

Devi immaginare
il pesce che viene in vita,
sii parte di
quel mondo d’acqua

finché non senti
le tue proprie scaglie,

diventa un pesce
per conoscerne uno.

Betulle danzanti

Betulle, sull’isola,
pallide danzatrici invernali,
braccia protese verso l’alto,
a invitare il sole,
eseguono la loro lenta danza,
facendo fluttuare le foglie nuove
con l’arte delle geishe.

 

Cielo nuvoloso

Il vento s’è levato
e nuvole scure

si spintonano a vicenda
nella loro corsa

per il cielo.
Ci scrutiamo l’un l’altro,

scrutiamo il cielo,
onde dalla cresta bianca …

leviamo l’ ancora,
tiriamo la fune di avviamento.

 

Luna di mezzanotte

sbircia attraverso
rami di abete nero
e betulle spettrali
immote come morti
nell’assoluta assenza
di vento;
insidiatori notturni
si muovono furtivi
e i bisbigli della notte
colmano la tenebra;
sul lago, una strolaga,
un tremulo
grido.

Angela D’Ambra

Nel 2008 si è laureata in Lingue e letterature straniere presso la Facoltà di Lettere e filosofia di Firenze. Nel 2009 ha conseguito il diploma di Master II in traduzione di testi postcoloniali in lingua inglese presso l’Università di Pisa.

Dal 2010 traduce (EN > IT) testi poetici di autori contemporanei (canadesi, americani, australiani). Le traduzioni sono comparse su El Ghibli (2010 – 2016) e varie riviste italiane (online e cartacee).

1 Poesie da Water & Rock. Questi testi sono inclusi nella seconda parte dell’antologia (in preparazione) Dancing Birches che conterrà tutti i testi di Glen Sorestad già usciti in traduzione italiana (su varie riviste) e altri testi inediti.

2 Prima traduzione italiana e prima uscita su rivista.

3 Nota d’Autore: Seewap è il cognome di John Seewap, una delle guide Cree più a lungo attive sul lago Jan. È passato a miglior vita da tempo, ma mi ha fatto vedere diverse zone del lago, mostrandomi molte cose. Mi ha insegnato alcune parole Cree, e il suo spirito vive in molto di quello che ho scritto sul lago Jan. Mi ha consegnato quel pizzico di saggezza che c’è in questa poesia.

Please follow and like us: